mercoledì 26 settembre 2012

W... W... W... Wednesdays [34]


Ciao a tutti! Eccoci qui per la nuova puntata della rubrica W... W... W... Wednesdays!

Ripetiamo in cosa consiste W... W... W... Wednesdays: innanzitutto, questa rubrica, è stata creata da MizB dShould be Reading, e consiste nel rispondere, da parte di noi Blogger e anche da voi miei cari lettori e futuri commentatori (spero), alle seguenti domande:


• What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
• What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
• What do you think you’ll read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)


Ecco le mie risposte, ma voi sentitevi liberi di commentare con le vostre. Sarò molto lieto di leggerle!


Sto leggendo... La colonia sommersa di Kat Falls. Nonostante sulla carta l’abbia iniziato ormai da due giorni, ufficialmente mi sono deciso ad aprire La colonia sommersa soltanto ieri. Devo ammetterlo, nonostante io abbia una passione sfegatata per l’acqua - e vi assicuro che non sto esagerando -, il mio rapporto con La colonia sommersa si sta rivelando alquanto instabile. Anche se trovo la penna di Kat Falls parecchio apprezzabile e godibile, infatti, mi sto ritrovando a non divenire capace di amare il volume. Di volerlo divorare. Sono ancora intorno a pagina cinquanta, per cui non mi sento di giudicare oltre, ma al momento il mio giudizio è questo.

Ty Towson ha quindici anni, ed è il primo tra i pionieri a essere nato e cresciuto in una delle colonie sommerse. Il suo è un mondo post-apocalittico, quasi totalmente ricoperto dall'acqua. Il genere umano si è in gran parte trasferito negli sconfinati abissi oceanici, dove le case hanno la forma di gigantesche meduse attorno alle quali si estendono grandi coltivazioni sottomarine; gli uomini, la cui pelle emana uno strano bagliore, si nutrono di piccoli pesci luminescenti, hanno riserve di ossigeno liquido per respirare e si spostano a bordo di mantascafi, tra i riverberi color smeraldo emessi dai terribili squali lanterna. Ma in questo universo alla rovescia, è l'incontro con Gemma, una giovane abitante delle terre emerse, a cambiare la vita di Ty. Lei è scesa nelle profondità marine alla ricerca del fratello scomparso, e proprio mentre lui si offre di aiutarla, al ragazzo viene dato l'incarico da parte della Lega delle colonie sommerse di sgominare una banda di pirati che, a bordo del sottomarino Specter, sta mettendo in pericolo il suo mondo. Insieme i due dovranno avventurarsi in città remote, alla scoperta di oscuri segreti che nemmeno il buio dell'oceano riuscirà a tenere nascosti.


Sto leggendo... Quando siete inghiottiti dalle fiamme di David Sedaris. Romanzo rivelazione di questa estate, uno dei pochi che mi ha convinto in pieno titolo e che mi tiene incollato alle sue pagine. A questo punto vi starete chiedendo: «Perché non lo concludi, allora?». Perché durante le ferie l’ho dimenticato a casa -  sì, lo so, sono un caso perso - e perché al mio ritorno mi son ritrovato sommerso di romanzi ricevuti in omaggio dalle Case Editrici, i quali, come ormai ben sapete, per me hanno priorità assoluta. Ma sono convinto lo terminerò il prima possibile.

"A volte è utile ricordare a me stesso che non tutti sono come me". Quello che ha reso David Sedaris una figura quasi leggendaria è la sua indomabile originalità: originalità di scrittura, di immaginazione, di sensibilità. Quest'ultima raccolta di racconti porta a scoprire nuove frontiere e nuovi aspetti di quell'immensa landa desolata e bizzarra che è la contemporaneità, popolata di uomini, animali, oggetti così vicini e al contempo così terribilmente strani. Da un - diciamo - affascinante verme parassita che ha albergato per diverso tempo all'interno di una gamba della suocera, si passa ai possibili usi a scopo ricreativo di uno strumento sofisticato come un catetere esterno. Naturalmente non poteva mancare il racconto in cui si spiega per filo e per segno come si fa ad acquistare uno scheletro umano. C'è una storia molto edificante su come prepararsi un caffè quando la fornitura dell'acqua è interrotta e un'altra su un problema diffusissimo quanto imbarazzante che probabilmente (o forse no) molti passeggeri hanno dovuto fronteggiare in aereo. Ci sono personaggi terribili e indimenticabili, le mortificazioni e le umiliazioni che ciascuno di noi cela nel più profondo, tutto ruota però intorno al nucleo centrale del libro: il viaggio di David a Tokyo con l'obiettivo di smettere di fumare. Una congerie di stralunati e meticolosi ritratti che restituisce la dimensione quotidiana dell'assurdo e tocca il cuore dolente, smarrito, spaventato o inferocito di ciascuno di noi.


Sto leggendo... The Fault in our Stars di John Green. Più che acclamato da critica e lettori negli States, questo romanzo ha da sempre catturato la mia attenzione. L’ho cercato in lungo e in largo, senza mai riuscire a trovarlo - sì, so che esiste Internet, ma è ormai da un po’ che non usufruisco di IBS, ormai vivo solo grazie a Libraccio. Adesso che l’ho cominciato e anche quasi terminato devo dire che le mie aspettative sono state soddisfatte a metà. C’è qualcosa che non mi sta convincendo, però ancora non riesco a percepire cosa. Spero che per la mia recensione a riguardo sarò capace di individuare il problema.

Sixteen-year-old Hazel, a stage IV thyroid cancer patient, has accepted her terminal diagnosis until a chance meeting with a boy at cancer support group forces her to reexamine her perspective on love, loss, and life. Annotation: Sixteen-year-old Hazel, a stage IV thyroid cancer patient, has accepted her terminal diagnosis until a chance meeting with a boy at cancer support group forces her to reexamine her perspective on love, loss, and life.








Ho appena finito di leggere... Borgo propizio di Loredana Limone. Gentilmente inviatomi dall'ufficio stampa della Casa Editrice Guanda - che ringrazio infinitamente - Borgo propizio è stato il secondo romanzo da me letto che rientrava nella pila dei volumi inviatimi dalle Case Editrici. A spingermi in questa scelta sono state le opinioni ultrapositive presenti sul Web a riguardo. Mi sarà piaciuto? Per scoprirlo non vi resta che attendere la mia recensione.

Quasi tutte le fiabe cominciano con C'era una volta, ma questa è diversa. Questa comincia con C'è una volta... Perché è oggi che Belinda ha intenzione di ripartire e Borgo Propizio, un paese in collina, in un'Italia che può sembrare un po' fuori dal tempo, le pare il luogo ideale per realizzare il suo sogno: aprire una latteria. Il borgo è decaduto e si dice addirittura che vi aleggi un fantasma... ma che importa! A eseguire i lavori nel negozio, un tempo bottega di ciabattino, è Ruggero, un volenteroso operaio che potrebbe costruire grattacieli se glieli commissionassero (o fare il poeta se sapesse coniugare i verbi). Le sue giornate sono piene di affanni, tra attempati e tirannici genitori, smarrimenti di piastrelle e ritrovamenti di anelli... Ma c'è anche una grande felicità: l'amore, sbocciato all'improvviso, per Mariolina, che al borgo temeva di invecchiare zitella con la sorella Marietta, maga dell'uncinetto. Un amore che riaccende i pettegolezzi: dalla ciarliera Elvira alla strabica Gemma, non si parla d'altro, mentre in casa di Belinda la onnipresente zia Letizia ordisce piani, ascoltando le eterne canzoni del Gran Musicante. Intanto i lavori nella latteria continuano, generando sorprese nella vita di tutti...


In seguito credo proprio che leggerò Darkest Mercy. Discordi armonie di Melissa Marr. Visto che ho  letto il volume in lingua un paio di anni fa, conosco già il mio pensiero riguardo Darkest Mercy. Discordi armonie, per cui nella presente puntata della rubrica W… W… W… Wednesdays  mi soffermerò soltanto su una questione: la cover. Ma quanto mi piace! La adoro, e nel vero senso della parola. Certo, quella originale aveva il suo personale fascino, ma quella adottata dalla Fazi Editore è secondo me superiore. Più raffinata, più elegante, più di classe.

Le corti sono nel caos, Keenan, il re dell’Estate, è sparito e le fate della corte della Notte stanno lentamente perdendo la loro forza. Così inizia il capitolo conclusivo dell’acclamata serie di Wicked Lovely dove incontriamo, finalmente riuniti, tutti i personaggi che si sono avvicendati nei quattro romanzi precedenti, uniti in una comune battaglia finale condotta contro Bananach, una creatura malvagia il cui solo esistere sta mettendo a rischio la vita dell’intero popolo fatato.








E voi? Rispondete pure a W... W... W... Wednesdays!

27 commenti:

  1. Sono arcisicura che "Borgo Propizio" ti sia piaciuto. Io l'ho adorato! Io ho finito "Olivia ovvero la lista dei sogni possibili" e non mi è piaciuto purtroppo! Se non ricordo male anche per te era stato lo stesso.
    Poi ho finito "Dust&Decay", il seguito di "Rot&Ruin". Molto bello.
    Ora leggo "Via Chanel n.5", si vedrà!
    Dopo non so ^_^
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops, ho ricontrollato e non era tua la recensione di "Olivia" che ricordavo, chiedo venia ^_^

      Elimina
    2. Ciao Fede! :D Via Chanel n. 5 mi attira in maniera allucinante *^* Borgo propizio mi è piaciuto, ma non quanto sperassi. Spiegherò meglio nella recensione a riguardo, comunque :)

      Elimina
  2. Noooo Jean cos'è che non ti sta colpendo di The fault in our stars? Io l'ho trovato a dir poco perfetto! Attende di essere recensito :)
    Comunque io sto leggendo Cinder. Cronache lunari e Sulla strada.
    Ho appena finito di leggere The fault in our stars e The selection.
    Devo decidere che cosa leggere dopo tra: Fateful, L'età dei miracoli, Imaginary Girl, Starters, La corsa delle onde, Muses e Switched. Consigli? ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muses!! Ronnie, DEVI leggere Muses. Ti auguro con tutto il cuore che riuscirà ad incantarti, ammaliarti, stupirti. Cinder. Cronache lunari è letteralmente M-A-G-N-I-F-I-C-O. Su The Fault in our Stars non ho ancora le idee chiare. Spero proprio di riuscire a comprendere cosa non mi sta colpendo :)

      Elimina
    2. Mi hai convinta, ok vada per Muses!
      Cinder lo sto apprezzando da matti, mi piace l'ambientazione, i personaggi, lo stile dell'autrice, la storia in se e per se che è davvero originale..ma non so perché non riesco a finirlo. Cerco di mettermi d'impegno ma nel frattempo sto leggendo altri mille romanzi perlopiù inglesi dato che ce li ho a portata di mano lol
      Non vedo l'ora di scoprire cosa ne pensi sul libro di Green, io l'ho amato tantissimo. Domani urge la recensione, per forza! :)

      Elimina
    3. LOL Mamma mia, Ronnie, mi metti in difficoltà. Ho un altro paio di recensioni da stilare prima, e poi ti assicuro che toccherà a The Fault in our Stars ;)

      Elimina
    4. Intendevo la mia di recensione lol

      Elimina
  3. La Colonia Sommersa non mi ha colpito più di tanto!Purtroppo ho odiato la narrazione al passato prossimo!The fault in our stars voglio leggerlo da quando è uscito, ma aspetto l'uscita italiana per prenderlo!Darkest Mercy l'ho appena recensito, e che dire, è stato a dir poco meraviglioso!!
    Ora sto leggendo Soul Screamers, il primo volume della serie, e contemporaneamente anche Nevermore, che ho quasi finito, e Lola and the boy next door!Ho appena finito My Soul to lose (il prequel della serie Soul Screamers), e poi penso che cercherò di finire Goddess Interrupted, che avevo abbandonato per Nevermore =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo ancora iniziare The Goddess Interrupted, ho letto solo il primo libro The Goddess Test e l'ho trovato meraviglioso!! Conosci qualche altro libro in inglese da consigliarmi? :)

      Elimina
    2. Anna, se proprio ti va di leggere qualche romanzo in lingua di genere Urban Fantasy piuttosto interessante io ti consiglio The Iron King: davvero carino. Nel Blog c'è anche la mia recensione a riguardo :)
      Juliette, che bello, sono così contento che Darkest Mercy ti sia piaciuto *w* Io ADORO Melissa Marr. Per me è una sottospecie di dea. Soul Screamers mi attira. Magari prima o poi lo prenderò ^^

      Elimina
  4. Jean, non vedo l'ora di conoscere il tuo pensiero su "Borg Propizio" :)

    E poi non vedo l'ora che inizi a leggere Darkest Mercy, io devo scrivere la recensione in questi giorni *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah Ale, la nostra passione per Melissa Marr non conosce limiti XD Tranquilla, il pensiero su Borgo propizio arriverà presto. Promesso ;)

      Elimina
  5. "La Colonia Sommersa" mi ispira moltissimo, anche se i commenti che ho letto fin'ora non ne parlano in modo particolarmente positivo...

    Io sto leggendo "Cacciatori di Vampiri", la raccolta della saga completa dei Gardella.
    Ho appena finito (cioè parecchi giorni fa) Il Ragazzo del Destino, di Maria Elena Gattuso.
    Non so ancora cosa leggerò dopo, deciderò al momento... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti La colonia sommersa non ha ancora conquistato nessuno in maniera incisiva. E a dirla tutta neanche me, purtroppo...
      Cacciatori di vampiri. Non so se prenderlo o meno. Sai, io non ho un bel rapporto con la Gleason: non apprezzo i suoi scritti quanto dovrei. Però, magari, prima o poi riprenderò a leggere i suoi romanzi :D

      Elimina
  6. Sono stracurioso di sapere cosa ne pensi del libro di Sedaris e di "Borgo Propizio"! :)
    Io sto leggendo "Cinder", mi sta piacendo tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sono io ma non sto riuscendo a terminare Cinder per quanto lo stia trovando davvero geniale,singolare e ben scritto :(

      Elimina
    2. In che senso, Ronnie? Non riesci a terminarlo perché non vuoi staccartene? :D
      Matteo, su Quando siete inghiottiti dalle fiamme ti posso già dire il mio parere, e te lo riassumo pure in una sola parola: WOW. XD

      Elimina
    3. Apprezzo tutto di Cinder, ogni singolo particolare, ma non sto capendo cosa mi spinge a non finirlo. Non mi è mai successo..spero di capirlo al più presto perché è una situazione alquanto negativa e imbarazzante per me. Lol

      Elimina
  7. Darkest Mercy mi ispira un sacco!! Devo riprendere in mano i libri precedenti prima di leggerlo perchè ho una grande confusione in testa e non ricordo bene come finivano ma... dammi una settimana di tempo per farlo e poi potrò abbandornarmi a questo nuovo libro!! Sono contenta che siano presenti tutti i personaggi più importanti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essì, Darkest Mercy. Discordi armonie è uno dei migliori libri conclusivi che abbia mai letto. Incredibile, unico, magnifico. Adoro Melissa Marr (non mi stancherò mai di ripeterlo XD).

      Elimina
    2. *Corre a recuperare Wicked Lovely*
      Bene, bene!! Sono contenta di sentire che lo ritieni un ottimo libro conclusivo! Ci rimango malissimo quando, dopo aver letto delle serie, mi propinano un finale al di sotto delle sue potenzialità!
      ps: grazie per avermi consigliato il libro The Iron King, lo aggiungo alla lista :)

      Elimina
    3. Figurati, è un piacere Anna :D Vedrai che Darkest Merci. Discordi armonie rientrerà nelle tue grazie :)

      Elimina
  8. ecco il mio
    http://sunnydaystheblog.blogspot.it/2012/09/wwwwednesday-3.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro subito a leggere e commentare, Ramona :D

      Elimina
  9. Ciao Jean! :)
    Allora, ho appena terminato e recensito "Il canto delle parole perdute". Te lo consiglio!
    Sul comodino, in attesa di essere letto, ho "Kyla 6982".
    Prossimamente, leggerò "Danzando sui vetri rotti" e "La sedicesima luna".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Corro a leggere la tua recensione riguardo "Il canto delle parole perdute", Mik :D "La sedicesima luna" mi attira da impazzire *w*

      Elimina