giovedì 12 aprile 2012

Recensione: The Iron King di Julie Kagawa

Bentornati, miei cari lettori!

Prima di cominciare a parlare del romanzo protagonista del post in sé per sé, vorrei premettere che questa recensione rappresenta per il sottoscritto un punto di svolta. Nonostante legga romanzi in lingua inglese da un bel pezzo, infatti, il presente articolo rappresenta la prima volta in cui esprimo il mio parere riguardo un testo inedito in Italia, e ciò mi fa molto onore.

E dato che questa è la recensione dedicata ad un romanzo anglofono, ecco qui che il classico Rullo di tamburi si tramuta in un...

Drumroll!

«The Iron King deve esser letto!».
(Gena Showalter, autrice bestseller del New York Times)


Titolo: The Iron King
Autore: Julie Kagawa
C. E.: Harlequin Teen
Prezzo: $9.99
Pagine: 363
Genere: Urban Fantasy YA

Trama: Meghan Chase non è mai riuscita ad adattarsi nel liceo della sua cittadina, e adesso, alla vigilia del suo sedicesimo compleanno, finalmente ne riesce a comprendere il motivo. Infatti, quando il suo fratellastro viene rapito, Meghan viene trasportata in un mondo fantastico di non avrebbe mai immaginato l’esistenza, il mondo dei Faerie.









La mia opinione

The Iron King è rimasto in un angolino oscuro della mia libreria per un bel po’ di tempo. Circa sette mesi per l’esattezza - adesso che ci rimugino su, però, è davvero un bel po’ di tempo! Il motivo che me ne ha tenuto lontano è sempre lo stesso, miei cari, ovvero la priorità che avevano altri romanzi, in lingue inglese e non, d’esser letti prima di The Iron King. Ma qualche giorno fa ho finalmente deciso di prenderlo tra le mani e tuffarmi nelle sue pagine fatate.

Cover US del secondo
volume della saga
The Iron King rappresenta il primo volume della famosa saga letteraria The Iron Fey, narrante della figura mitologica dei Fey, vista sotto un ulteriore punto di vista, finora composta da quattro romanzi più due e-novellas (racconti in formato e-book). I primi tre libri sono completamente incentrati sulle vicende di Meghan nel mondo dei Fey, il quarto, invece, viene narrato dal point of view di Ash, interesse amoroso di Meghan. L’autrice ha però dichiarato che nell’autunno 2012 verrà pubblicato un quinto libro che avrà come protagonista un Ethan teenager, fratello minore di Meghan che in The Iron King è ancora bambino. Nel romanzo saranno comunque presenti volti già noti.

Ma di cosa narrerà mai The Iron King?

La protagonista del tomo è una certa Meghan Chase. Meghan, all'inizio del romanzo, appare una di quelle ormai classiche protagoniste in continua-zione propinateci dai romanzi Young Adult, la cui vita ruota intorno al liceo della propria cittadina, al proprio migliore amico - nel caso di Meghan, Robbie - e alla propria famiglia. L’unica cosa che caratterizza maggiormente Meghan è il fatto d’aver perso il padre all’età di sei anni. Adesso, però, dato che sua madre si è risposata ed ha persino avuto un secondo figlio, ogni cosa, nella sua vita, sembra al suo posto. Tutto pare filare liscio. Eppure, già dalle prime righe di The Iron King, la normalità che sino ad ora ha caratterizzato l'esistenza di Meghan verrà drasticamente mandata in frantumi. Ethan, il fratellastro di Meghan, infatti, scomparirà nel nulla. Un avvenimento che scombussolerà completamente la quotidianità della nostra protagonista. Meghan verrà messa, poi, ancora più alla prova dal fatto che sarà proprio una persona a lei molto vicina a raccontarle cosa sta accadendo, e, soprattutto, a rivelarle una verità sconcertante, una verità a cui non potrà che andare incontro. E tutte le strade la condurranno diritta a Nevernever, il regno dei Fey.  

Cover US del terzo
volume della saga
The Iron King è il romanzo d’esordio di Julie Kagawa, un’autrice che, sin dalla sua prima opera, pare promettere proprio bene. Particolareggiata da una freschezza e una fluidità incontestabili, anche la sua penna risulta tanto d’impatto da entrare, sin dalle prime pagine, nelle grazie del lettore, un lettore che, con il proseguo dei capitoli, non può che restare sempre più ammaliato dalla mitologia, dagli intrighi appassionanti e dalle ambientazioni perfettamente descritte che The Iron King gli propone. Il tutto, poi, stravolgendo per l’ennesima volta la ricca mitologia dei Fey e mostrandogliela, quindi, sotto una nuova, originale luce.

Meghan, protagonista indiscussa del tomo, devo proprio ammetterlo, è un personaggio molto amabile, un personaggio che oserei persino denominare passepartout. Un personaggio che si lascia comprendere e analizzare quasi sino infondo, nonostante The Iron King funga esclusivamente da prologo a quello che sarà in seguito l’ufficiale plot narrativo dell’intera saga. Un personaggio basato su valori forti e sinceri, i quali non potranno che esser in modo perenne proposti al lettore fino all’ultimissima parola del volume.

I compagni di viaggio di Meghan, tra cui mi piacerebbe nominare il simpaticissimo Grimalkin, il gatto parlante che sarà l’unico ad accompagnare in ogni momento Meghan nelle sue (dis)avventure, restano Puck - e vi anticipo che ogni riferimento al personaggio shakespeariano presente in Sogno di una notte di mezz’estate non è del tutto casuale -, di cui non rivelo, comunque, la vera identità; e Ash, principe della Corte Unseelie, nonché la Corte dell’Inverno, e figlio della regina Mab. Nonostante siano effettivamente coloro che faranno da spalla forte a Meghan, devo dire che la loro presenza è piuttosto esigua. Una scelta, questa, da parte dell’autrice che non li farà risultare personaggi effettivamente completi, lasciandoli, al termine di The Iron King, ancora avvolti in una nube di troppi dubbi e curiosità nutriti da parte del lettore, dei quesiti a cui si sarebbe potuto tranquillamente dare una risposta.

Cover US del quarto
volume della saga
Molto bella, infine, la rivisitazione della parte di mitologia nordica incentrata sulla figura dei Fey che Julie Kagawa utilizza come fondamenta della sua saga letteraria The Iron Fey. Una rivisitazione che consiste, in effetti, in due principali modifiche: la prima concerne l’accostamento che vien creato tra Corte Seelie e la Corte dell’Estate, le quali, nelle pagine di The Iron King, rappresentano la stessa Corte, e quello tra Corte Unseelie e la Corte dell’inverno; *non continuate se non desiderate troppi spoilers* la seconda, invece, riguarda la new entry fra le Corti, una terza Corte fatata tutta da scoprire: la Corte del Ferro.

Concludo la recensione affermando che The Iron King, primo volume della serie The Iron Fey, rappresenta di certo una novità letteraria Urban Fantasy dedicata ad un pubblico Young Adult non indifferente, una novità che, magari, in Italia, potrebbe esser apprezzata tanto quanto all’estero. Non per nulla approfitto di questa occasione per segnalare alle Case Editrice italiane il testo, incitandole, magari, ad una pubblicazione, che vi assicuro, care Case Editrici, gli italiani attendono da un bel pezzo. Ritornando alla mia opinione sul tomo, invece, premettendo che ripongo davvero molte aspettative in The Iron Daughter, secondo tomo del ciclo, il voto finale di The Iron King sarà un po’ striminzito a causa del fatto che temo di ritrovare cattive sorprese nei suoi seguiti. Non vorrei sbilanciarmi troppo.


Julie Kagawa
The Iron Fey
  1. The Iron King, 2010 (inedito in Italia)
  1,5. Winter’s Passage, racconto disponibile solo in versione e-book, 2010 (inedito in Italia)
  2. The Iron Daughter, 2010 (inedito in Italia)
  3. The Iron Queen, 2011 (inedito in Italia)
  3,5. Summer’s Crossing, racconto disponibile solo in versione e-book, 2011 (inedito in Italia)
  4. The Iron Knight, 2011 (inedito in Italia)
  5. ancora privo di titolo, previsto negli USA per l’autunno 2012 (inedito in Italia)
  +. possibili altri a seguire


Consigliato agli amanti delle storie incentrate sulle figure dei Fey.
The Iron King, per voi, è proprio imperdibile.


Voto:  4 +


P.S.: Ho anche acquistato su Amazon.com Winter’s Passage, il primo e-novella della serie. Non appena lo leggerò, magari potrei anche stilarne una recensione.


Julie Kagawa

Nata a Sacramento, California, Julie Kagawa si è trasferita nelle isole Hawaii all’età di nove anni. Adesso vive a Louisville, Kentucky, con suo marito e un sacco di animali domestici.

6 commenti:

  1. Ciao! Volevo avvisarti che ho assegnato un premio al tuo blog qua: http://clary-booktime.blogspot.it/2012/04/premio-dardos.html

    RispondiElimina
  2. Ciao Jeanclaude, volevo dirti a nome delle Books'Angels del blog Sognando tra le Righe, che ti abbiamo premiato con il Beautiful Blog Award!
    Bravo e complimenti per il tuo bel blog!! :-)
    (Beato te che sai leggere bene in lingua! Sperimo che lo pubblichino anche qui!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Books'Angels :D Vi ringrazio tanto!! :D

      Elimina
  3. Ciao!Bellissima recensione!Anche a me The Iron King è piaciuto molto,è stato sicuramente uno dei libri sulle fate più belli che abbia mai letto!Ho terminato da poco anche The Iron Daughter e l'ho trovato a dir poco fantastico,ancora più bello di questo primo volume della serie,sicuramente non ti deluderà =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Juliette :) Ho letto la tua recensione da un po', ormai ^^ Mamma mia, non vedo proprio l'ora di leggere The Iron Daughter, ma siccome manca poco mi metto l'anima in pace :D Sto attendendo, infatti, il 24 aprile proprio perché così riesco a prendere anche The Immortal Rules, sempre della Kagawa, e The Selection di Keira Cross *w*

      Elimina