mercoledì 25 luglio 2012

W... W... W... Wednesdays [31]



Ciao a tutti! Eccoci qui per la nuova puntata della rubrica W... W... W... Wednesdays!

Ripetiamo in cosa consiste W... W... W... Wednesdays: innanzitutto, questa rubrica, è stata creata da MizB dShould be Reading, e consiste nel rispondere, da parte di noi Blogger e anche da voi miei cari lettori e futuri commentatori (spero), alle seguenti domande:


• What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
• What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
• What do you think you’ll read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)


Ecco le mie risposte, ma voi sentitevi liberi di commentare con le vostre. Sarò molto lieto di leggerle!


Sto leggendo... Sono nel tuo sogno di Isabel Abedi. Nonostante sia in lettura da ormai ben  tre giorni, sono ancora fermo a pagina centotre. Ecco, di certo il romanzo di Isabel Abedi è un volume, anche se destinato ad un pubblico di giovani adulti, prolisso, e nel vero senso della parola. Ovunque, incastonato fra le varie battute dei personaggi o persino fra una descrizione e un’altra, sono presenti approfondite riflessioni da parte della protagonista. Per non parlare dei suoi ricordi, i quali, a macchia d’olio, infangano ogni centimetro delle pagine di Sono nel tuo sogno. Questa pesante prolissità sarà per me un valore positivo, come parecchie volte ho denunciato, oppure negativo, contrapponendomi a qualsiasi cosa sino a questo momento inserita nelle mie recensioni? Lo scoprirete nella mia recensione a riguardo, per cui: restate connessi!

Aveva sentito come una lacrima, una lacrima insopprimibile, come se qualcuno le avesse strappato un capello con una pinzetta. Quel che resta a Rebecca, sedici anni, mamma ad Amburgo e papà a Los Angeles, è una strana sensazione di vuoto e di paura. Ma poi Lucian salta fuori dal nulla: un ragazzo senza un passato, uno che non sa chi è né ricorda da dove viene. Un tipo strano e bellissimo e che dà a Rebecca la rassicurante impressione di non essere più sola...








Sto leggendo... Polvere alla polvere di Laurell K. Hamilton. Qui sono costretto a copia-incollare ciò che ne dissi la scorsa settimana e la precedente. Interrotta a intorno a pagina quaranta a causa dell’arrivo di Blue da parte della gentilissima Casa Editrice Corbaccio (qui, la mia recensione), la quinta avventura di Anita Blake mi stava prendendo tanto quanto le altre. A livello personale trovo tutte le opere di Laurell K. Hamilton decisamente geniali sotto certi aspetti: non riuscirei a non apprezzarle neanche se lo facessi di proposito. Non vedo l’ora di continuarlo. Per il momento, però, con a causa dell’arrivo di nuovi romanzi da parte delle Case Editrici sono costretto ad accantonare Polvere alla polvere. Spero di poter riprendere la sua lettura al più presto.

Anita Blake è la migliore Risvegliante in circolazione, non ci sono dubbi. Ma sarà in grado di resuscitare in una sola notte un numero piuttosto elevato di cadaveri sepolti da oltre duecento anni? Intrigata dalla sfida ­ e dal compenso promesso ­ Anita accetta l'incarico e si ritrova in un vecchio cimitero al centro di una controversia legale. Tuttavia, proprio mentre si accinge a mettersi al lavoro, riceve una telefonata dalla polizia che le chiede di recarsi a esaminare la scena di un crimine... Una storia tra il giallo e l'horror.







Ho appena finito di leggere... Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde di Robert L. Stevenson. Miei cari amici lettori, c’è un particolare di me che ancora non conoscete, e colgo l’occasione per narrarvelo. Dalle mie parti, come ho già più e più volte ripetuto, non sono presenti librerie, per cui, quando sono davvero costretto a compiere acquisti libreschi, devo obbligatoriamente spostarmi in auto oppure usufruire di Internet - la maniera che più spesso utilizzo. Eppure, proprio nei pressi della cittadina in cui vivo sin da quando ho memoria, è presente un centro commerciale di media grandezza, al cui interno, al supermercato, è possibile acquistare romanzi. Quelle poche volte che ci vado ne prendo sempre almeno uno. E ieri ci ho fatto una capatina, recuperando Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde di Robert L. Stevenson e La coscienza di Zeno di Italo Svevo. Inutile nasconderlo, in seguito alla splendida lettura dell’altrettanto magnifico tomo Red Love. Rosso come il sangue, freddo come l’acciaio di Kady Cross (qui, la mia recensione), apertamente ispirato al romanzo di Stevenson, e notata la piccola mole di quest'ultimo, mi sono fiondato nella lettura de Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde, terminandola in meno di mezz’ora. Che dire? Leggete Lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr. Hyde, ragazzi. È davvero un’ottima lettura.

Nella Londra fuligginosa di fine Ottocento si aggira un essere dall'aspetto ripugnante che commette crimini terribili per poi scomparire nel nulla. La sua identità è un mistero per tutti, tranne che per l'insospettabile Dr. Jekyll...











In seguito credo proprio che leggerò Un segno nelle tenebre di Roberta Ciuffi, qui, il mio post di Prossima Uscita Ripongo davvero molta aspettativa in questo romanzo. Roberta Ciuffi, come suggerito anche dal suo nome, è un’autrice italiana, e io non ho mai letto nulla di autrici italiane di genere Paranormal Romance. Spero riuscirà a conquistarmi.

Una ragazzina sta tornando a casa dal lavoro. È sera, è buio. Da un portone sbucano due braccia che l’attirano all’interno. Lei grida, ma l’assalitore riesce a immobilizzarla e azzittirla. Quando tutto sembra perduto, un ringhio risuona nello scantinato, e un lupo si avventa sulla schiena dell’uomo. Poco tempo dopo, Maura Coulter, insanguinata e sconvolta, fa il suo ingresso all’Hôtel de Clercy, questa volta sotto spoglie umane. Non c’è tempo da perdere, perché quella sera la donna incontrerà il suo peggior nemico, ma anche colui che minaccia di conquistare per sempre il suo cuore. Si tratta del principe Maksìm Andreievic Balanov, rampollo della famiglia che per diversi secoli ha contrastato quella dei Coulter. Tuttavia è giunto il momento di una tregua... anche se la posta in gioco è troppo alta, e l’intera stirpe dei Lykaon rischia di essere annientata per sempre.


E voi? Rispondete a W... W... W... Wednesdays!

8 commenti:

  1. Voglio vederti a leggere la Coscienza di Zeno! Io l'ho abbandonato, ma mi sa che dovrò riprenderlo, in quanto compito scolastico. Magari a te piacerà. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LOL ho visto anche io che l'hai aggiunto su GoodReads... io quando andavo a scuola non ce l'ho proprio fatta a leggerlo XD

      Elimina
    2. Ma così mi demoralizzate in partenza D: Già c'è Sono nel tuo sogno che non mi sta facendo impazzire, se poi si andrà ad aggiungere un'altra lettura non del tutto soddisfacente comincerò a piangere in turco XD

      Elimina
    3. Anche io prima o poi ci voglio provare a leggerlo... forse più poi che prima, però :P

      Elimina
    4. Ah beh preparati a deliri sulle sigarette etc etc XD dio era terribilmente noioso XD ce l'ho ancora li sullo scaffale... ma proprio non ce l'ho fatta! XD

      Elimina
    5. Adesso è ufficiale. Avete frantumato la mia aspettativa XD

      Elimina
    6. E la parte relativa al vizio del fumo è la migliore, tra quelle fin dove sono arrivato! :)

      Elimina